Archivi per la Categoria: PRIMO PIANO

Emergenza Coronavirus: Dpcm 14 gennaio e D.L. n. 2/2021

Emergenza Coronavirus: Dpcm 14 gennaio e D.L. n. 2/2021

Con il decreto legge n.2/2021 in materia di disposizione per il contenimento della diffusione del Covid-19. sono stabilite le principali regole che saranno in vigore dal 16 gennaio e fino al 5 marzo 2021. Ecco una sintesi:

  • Proroga Stato d’Emergenza al 30/04/2021
  • Proroga al 30 aprile 2021 del termine per l’adozione di misure di prevenzione ai sensi dei decreti-legge n. 19 e 33 del 2020;
  • Divieto spostamento tra Regioni e Province autonome fino al 15 febbraio 2021;
  • Dal 16 gennaio al 5 marzo 2021: un solo spostamento al giorno verso abitazione privata permesso a due persone conviventi con minori di 14 anni e persone disabili;
  • Coprifuoco dalle 22.00 alle 05.00;
  • Spostamenti all’interno della Regione in area gialla e nel Comune aree arancione e rossa;
  • Deroga per spostamenti da Comuni sotto i 5mila abitanti e in 30km;
  • Viene introdotta l’Area bianca per rischio basso e contagi per tre settimane sotto i 50 casi ogni 100mila abitanti, area nella quale non si applicheranno i Dpcm per le zone classificate a colori, previsti protocolli specifici e la possibilità di misure integrative e correttive.

Ad integrazione del D.L. 2/2021 è stato approvato il nuovo Dpcm. Ecco una sintesi con evidenza delle nuove zone che sono ridefinite da Ordinanza del Ministero della Salute in vigore dal 17 gennaio 2021:

ZONE GIALLE (Basilicata, Campania, Molise, Sardegna, Toscana, Provincia Autonoma di Trento):

  • COPRIFUOCO. Confermato il divieto di spostamento dalle 22 alle 5 salvo esigenze lavorative, necessità o salute. Resta la forte raccomandazione di non spostarsi per la restante parte della giornata con mezzi di trasporto pubblici o privati, salvo che per esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessita’ o per svolgere attivita’ o usufruire di servizi non sospesi.
  • SPOSTAMENTI. E’ vietato ogni spostamento in entrata e in uscita tra i territori di diverse regioni o province autonome, salvi gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessita’ ovvero per motivi di salute. È comunque consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione.
  • MUSEI. Aperti dal lunedì al venerdì con esclusione dei giorni festivi a condizione che sia garantito il contingentamento degli ingressi per evitare gli assembramenti.
  • SCUOLA. In presenza alle superiori almeno al 50% e fino a un massimo del 75%. L’attività didattica ed educativa per i servizi educativi per l’infanzia, per la scuola dell’infanzia e per il primo ciclo di istruzione continua a svolgersi integralmente in presenza.
  • BAR e RISTORANTI. Aperti dalle 5 fino alle 18 nelle aree gialle (limite di 4 commensali non conviventi al tavolo), dopo le 18 consentito delivery e asporto (quest’ultimo fino alle 22). Per i bar però l’asporto è consentito solo fino alle 18: soggetti che svolgono come attività prevalente una di quelle identificate dai codici ATECO 56.3 e 47.25
  • NEGOZI In zona arancione i negozi al dettaglio restano aperti . Nelle giornate festive e prefestive sono chiuse le medie e grandi strutture di vendita, nonché gli esercizi commerciali presenti all’interno dei centri commerciali e dei mercati, ad eccezione di supermercati e alimentari, farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, tabacchi ed edicole.

ZONE ARANCIONI (Abruzzo, Calabria, Emilia-Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Piemonte, Puglia, Umbria, Valle D’Aosta, Veneto):

    • SPOSTAMENTI. E’ vietato ogni spostamento con mezzi di trasporto pubblici o privati, in un comune diverso da quello di residenza, domicilio o abitazione, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi e non disponibili in tale comune. Lo spostamento verso una sola abitazione privata consentito, nell’ambito del territorio comunale, una volta al giorno, tra le 5 e le 22 e nei limiti di due persone oltre ai minori di anni 14 sui quali tali persone esercitino la potestà genitoriale e alle persone disabili o non autosufficienti conviventi. Sono consentiti gli spostamenti dai comuni con popolazione non superiore a 5.000 abitanti e per una distanza non superiore a 30 chilometri dai relativi confini, con esclusione degli spostamenti verso i capoluoghi di provincia.
    • BAR E RISTORANTI. Sospese tutte le attività di ristorazione, sempre consentito asporto (fino alle 22 per i ristoranti, fino alle 18 per i bar) e delivery.
    • NEGOZI In zona arancione i negozi al dettaglio restano aperti (come nella zona gialla) mentre i centri commerciali sono chiusi nei giorni festivi e prefestivi (ad eccezione dei negozi di generi alimentari e farmacie). 
    • MUSEI. Chiusi, a eccezione delle biblioteche dove i relativi servizi sono offerti su prenotazione e degli archivi

ZONE ROSSE (Lombardia, Sicilia, Provincia Autonoma di Bolzano):

    • SPOSTAMENTI. Vietato ogni spostamento anche all’interno dei comuni, salvo che per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità o per motivi di salute. Sono comunque consentiti gli spostamenti strettamente necessari ad assicurare lo svolgimento della didattica in presenza nei limiti in cui la stessa è consentita. È consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza. Si può andare una sola volta al giorno nel proprio comune, tra le 5 e le 22, a casa di amici e parenti al massimo in due persone (non si contano minori di 14 anni e persone disabili o non autosufficienti conviventi). Per i comuni con popolazione non superiore a 5.000 abitanti, le visite sono consentite per una distanza non superiore a 30 chilometri dai relativi confini, con esclusione in ogni caso degli spostamenti verso i capoluoghi di provincia.
    • NEGOZI. Stop alle attività commerciali al dettaglio, fatta eccezione per le attivita’ di vendita di generi alimentari e di prima necessità. Sono chiusi, indipendentemente dalla tipologia di attività svolta, i mercati, salvo le attività dirette alla vendita di soli generi alimentari, prodotti agricoli e florovivaistici. Restano aperte le edicole, i tabaccai, le farmacie e le parafarmaci.
    • RISTORANTI E BAR. Chiusi, ma è sempre consentito l’asporto (fino alle 22 per i ristoranti, fino alle 18 per i bar) e delivery.
    • SCUOLA. Restano aperte scuola dell’infanzia, scuola primaria, servizi educativi per l’infanzia e primo anno delle medie. Le altre attività scolastiche e didattiche si svolgono esclusivamente con modalità a distanza.

ALBERGHI : I ristoranti degli alberghi sono aperti per i clienti che vi alloggiano, anche nelle zone arancioni e rosse. Quindi è consentita (senza limiti di orario) la ristorazione solo all’interno dell’albergo o della struttura ricettiva in cui si è alloggiati. Qualora manchi tali servizio all’interno del proprio albergo o della propria struttura ricettiva il cliente potrà avvalersi di una ristorazione mediante asporto o mediante consegna “a domicilio” (eventualmente organizzata dall’albergo), nei limiti di orario consentiti, con consumazione in albergo.

AEROPORTI, PORTI, OSPEDALI, AUTOSTRADE: E’ confermata la DEROGA per gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande siti nelle aree di servizio e rifornimento carburante situate lungo le autostrade, gli itinerari europei E45 e E55, negli ospedali e negli aeroporti, nei porti e negli interporti, con obbligo di assicurare in ogni caso il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro, che restano aperti.

 

 

 

D.L. di Natale: nuove misure anti Covid19 per le festività

D.L. di Natale: nuove misure anti Covid19 per le festività

                                                                                        Il Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte ha firmato un nuovo Decreto legge per il contenimento dell’epidemia da coronavirus durante le festività natalizie. Le misure resteranno in vigore da giovedì 24 dicembre a mercoledì 6 gennaio e vedranno su scala nazionale l’alternarsi delle misure previste per le due aree di maggior rischio introdotte… leggi tutto

Dpcm Dicembre

Dpcm Dicembre

E’ in vigore dal 4/12/2020 il nuovo Dpcm del Governo per regolare le attività delle prossime settimane. Prosegue, intanto, il sistema delle zone colorate (giallo, arancione, rosso) e si stima che, poco prima di Natale, tutte le regione saranno gialle. Ecco le principali novità: SPOSTAMENTI Dal 21 al 6 dicembre sono vietata gli spostamenti tra le… leggi tutto

Nuovo Dpcm 3 novembre 2020

Nuovo Dpcm 3 novembre 2020

Il decreto è in vigore dal 6 novembre 2020 al 3 dicembre 2020 e sostituisce il precedente del 24 ottobre, prevedendo diverse restrizioni in funzione dei livelli di rischio epidemiologico dei territori (giallo, arancione e rosso) individuati con una serie di indicatori dal Ministero della Salute. Di seguito si riportano le principali misure previste: Misure valide… leggi tutto

Nuovo Dpcm 18 ottobre 2020

Nuovo Dpcm 18 ottobre 2020

Il Presidente del Consiglio ha firmato il Dpcm del 18 ottobre 2020 con nuove misure per il contrasto e il contenimento dell’emergenza Covid-19. Le misure entrano in vigore dal 19 ottobre. Ecco le principali novità per le imprese: Ristoranti e bar Le attività di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie) sono consentite dalle ore… leggi tutto

Prevenzione Covid19: mascherine obbligatorie sempre

Prevenzione Covid19: mascherine obbligatorie sempre

Con Decreto-legge 07 ottobre 2020 , n. 125 il Governo ha prorogato lo stato di emergenza al 31 gennaio 2021. In attesa di un nuovo Dpcm continuano a valere i protocolli e linee-guida anti contagio già previsti. Va pertanto garantito il distanziamento sociale di un metro e non è possibile accedere in azienda con più di… leggi tutto

Nuove circolari dei finanziamenti SIMEST per l’export. Da settembre attivo anche il Temporary Framework

Nuove circolari dei finanziamenti SIMEST per l’export. Da settembre attivo anche il Temporary Framework

Con la conversione del Decreto Cura Italia e l’emanazione del regolamento applicativo del Decreto Crescita, sono stati intensificati ed ampliati gli strumenti di SIMEST a supporto dell’Internazionalizzazione delle imprese italiane, con particolare riferimento alle PMI, al quale è destinato il 70% annuo delle risorse complessivamente stanziate. Inoltre, con successivi provvedimenti governativi ed europei è stata… leggi tutto

Covid19: disposizioni in vigore fino al 7 settembre 2020

Covid19: disposizioni in vigore fino al 7 settembre 2020

Con Ordinanza del 16 agosto 2020 il Ministero della Salute dispone a integrazione del DPCM 7 agosto 2020, di cui seguen una sintesi, ai fini del contenimento della diffusione del virus COVID-19  le seguenti ulteriori prescrizioni: a) e’ fatto obbligo dalle ore 18,00 alle ore 06,00 sull’intero territorio nazionale di usare protezioni delle vie respiratorie anche all’aperto, negli… leggi tutto

Proroga misure emergenza Coronavirus: Dpcm 14 luglio 2020

Proroga misure emergenza Coronavirus: Dpcm 14 luglio 2020

Il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha firmato il Dpcm 14 luglio 2020 che proroga al 31 luglio 2020 le misure del Dpcm 11 giugno 2020.  (Allegati al nuovo Dpcm) Sono inoltre confermate e restano in vigore, sino a tale data, le disposizioni contenute nelle ordinanze del Ministro della salute 30 giugno 2020 e 9 luglio… leggi tutto

AMBIENTE E SICUREZZA
CONSULTEAM
INTERNAZIONALIZZAZIONE
SISTEMI GESTIONE QUALITA’ ISO
IGIENE ALIMENTARE HACCP

Scopri il sistema CNA

Chi Siamo

CNA Tecno Quality Srl

Sede Legale
Via Umani 1/A - 60131 Ancona

Sede amm.va
V.le Don Minzoni 5/C - 60035 Jesi (AN)

AMMINISTRAZIONE
SEGRETERIA

tecnoquality@an.cna.it | tecnoquality.an@cert.cna.it

tel. 0731/712180 - fax 0731/710782


C.F.- P.IVA e R.I.AN 01577860420
R.E.A. Ancona n. 152804 - Cap.Soc. 26.000,00 i.v.

Powered by

Sixtema Spa