Consigli per risparmiare energia nell’ho.re.ca.

Consigli per risparmiare energia nell’ho.re.ca.

A prescindere dai costi energetici che sono dettati dal mercato possono essere adottate varie strategie di contenimento.

Consigli di immediata attuazione e basso costo

Predisporre l’accensione e spegnimento automatico delle luci su presenza, ovvero al passaggio e solo quando necessario (ad esempio nel bagno dei clienti).

Utilizzare lampade LED: un semplice cambio di lampadine può abbattere la spesa del 15% nei bar e ristoranti e fino al 35% negli alberghi.

Verificare l’isolamento del proprio locale controllando che non ci siano spifferi da sotto le porte o dalle finestre per esempio.

Valutare se è possibile sfruttare l’atmosfera di luce soffusa  con l’utilizzo di candele per illuminare.

Assicurarsi di non avere oggetti davanti alle fonti di luce naturali che ostacolino la penetrazione della luce nel locale. Laddove siano presenti, aprire bene le tende ed utilizzarle chiare piuttosto che spesse e di colori scuri.

Attenersi alle indicazioni di legge per il riscaldamento.

Nel periodo invernale limitare l’utilizzo dei frigoriferi allo stretto necessario (se possibile ridurre l’uso di alcuni frigo e/o celle spegnere quelli non necessari).

Ove possibile acquistare o noleggiare frigoriferi più piccoli con all’interno solo il top di gamma ( sia per quanto riguarda le bibite sia per i gelati. Questi ultimi solo se li si vendono anche nel periodo invernale).

Prediligere macchine da caffè espresso in cui è possibile mettere alcuni gruppi in “stand by” risparmiando la metà (tra le macchine di nuova generazione sono molto comuni).

Spegnere i dispositivi elettrici superflui e magari in stand by.

Intervenire sugli impianti se economicamente sostenibile

Installare apparecchi di monitoraggio dei consumi per verificare su quali apparecchi è prioritario agire.

Installare scaldacqua a pompa di calore: rispetto al riscaldamento con caldaie elettriche permette un risparmio del 70% di elettricità.

Utilizzare motori elettrici ad alta efficienza, per esempio negli ascensori e montacarichi, che non rendono necessario il cambio dell’intero impianto ma solo del gruppo motore da cui si origina il consumo.

Installare una caldaia a condensazione: per i bar e ristoranti, la produzione di acqua calda e riscaldamento possono abbattere i costi del 30% con il passaggio a una caldaia a condensazione.

Se si sospettano malfunzionamenti far verificare da un tecnico che l’impianto elettrico non abbia dispersioni.

In prospettiva per i mesi più caldi se economicamente sostenibile

In caso di ristrutturazione della facciata dell’edificio l’aggiunta di un cappotto a tenuta termica può ridurre fino al 20% i consumi di riscaldamento e raffrescamento.

Impianto fotovoltaico: molte strutture hanno la disponibilità del tetto per posizionare sufficienti pannelli fotovoltaici per la produzione di energia elettrica.

Impianto solare termico: in caso non sia possibile l’installazione di un impianto fotovoltaico, si può comunque risparmiare delegando la produzione dell’acqua calda sanitaria a un impianto solare termico sul tetto o in un’area attigua alla struttura.

Installare schermature solari contro il calore estivo: pergolati di legno, graticci e tende da sole a tenuta termica permettono un abbattimento dei costi di condizionamento.

AMBIENTE E SICUREZZA
CONSULTEAM
INTERNAZIONALIZZAZIONE
SISTEMI GESTIONE QUALITA’ ISO
IGIENE ALIMENTARE HACCP

Scopri il sistema CNA

Chi Siamo

CNA Tecno Quality Srl

Sede Legale e amministrativa V.le Don Minzoni 5/C - 60035 Jesi (AN)

AMMINISTRAZIONE
SEGRETERIA

tecnoquality@an.cna.it | tecnoquality.an@cert.cna.it

tel. 0731/712180 - fax 0731/710782


C.F.- P.IVA e R.I.AN 01577860420
R.E.A. Ancona n. 152804 - Cap.Soc. 26.000,00 i.v.

Powered by

Sixtema Spa

Consigli per risparmiare energia nell’ho.re.ca.

tempo di lettura: 2 min
X