Archivi per la Categoria: News / Igiene alimenti

Chiarimenti Ministero della Salute su shelf life e rideterminazione delle scadenze alimenti sul mercato all’ingrosso

Chiarimenti Ministero della Salute su shelf life e rideterminazione delle scadenze alimenti sul mercato all’ingrosso

Il Ministero della Salute ha fornito indicazioni su richieste delle Associazioni di Categoria sulla “Rideterminazione shelf life dei prodotti alimentari e congelamento carni fresche”. (Nota n. 13412 del 14/04/2020 che precisa la Nota n. 12957 del 09/04/2020)

I chiarimenti riguardano la possibilità di rideterminare la durabilità dei prodotti alimentari compresi i prodotti congelati e surgelati e la conseguente modalità di etichettatura, nonché la possibilità di congelare la carne fresca invenduta destinata alla ristorazione.

Con successiva nota del 14 aprile specifica che “la rideterminazione della shelf life è applicabile solo alle merci immesse sul mercato ma non a livello della vendita al dettaglio“.

Il Ministero ha risposto che, fatti i salvi i casi in cui la shelf life è stabilita da norme specifiche (esempio uova fresche, latte pastorizzato ecc.) “l’OSA può stabilire un prolungamento della durabilità di un alimento laddove disponga di dati adeguati a supporto della shelf life che tengano conto:

    • della natura dell’alimento stesso,
    • delle modalità di conservazione previste,
    • delle modalità di consumo.

La rideterminazione della shelf life di un prodotto alimentare deve essere determinata prima della data di scadenza“.

In ogni caso la nuova durabilità deve essere riportata in etichetta come previsto dal Regolamento (UE) n. 1169/2011 o in assenza di questa sui documenti commerciali, come specificato dal Decreto legislativo 231/2017.

Congelamento di carni fresche, incluse le preparazioni e le carni macinate

Come ribadito dalla Commissione con nota Ares (2019) 2456574 dell’08/04/2019 tale operazione deve essere condotta senza indebito ritardo. Infatti il congelamento al termine del periodo di conservazione è in contraddizione con la prescrizione del diritto UE (andando ad occultare il deterioramento e compromettendo la sicurezza delle carni commercializzate).

In deroga a quanto sopra il Ministero indica che le carni fresche invendute, introdotte e/o prodotte entro il 15 marzo 2020, possono essere congelate entro la data di scadenza con indicazione della destinazione al consumo previa completa cottura e commercializzate esclusivamente sul mercato nazionale ( nota del 9 aprile). La nota successiva del 14/04 specifica che “tale deroga è riferita anche a carni che, a seguito di ordinativi/contratti antecedenti il 15 marzo 2020, sono già state spedite da Paesi terzi verso l’Italia e sono ancora in viaggio“.

Congelamento di altri prodotti alimentari

Può essere condotto su alimenti in perfetto stato di conservazione con modalità che ne preservino le caratteristiche e che non impattino sulla loro sicurezza. Deve essere rispettato quanto già indicato in termini di qualità, caratteristiche organolettiche, modalità di consumo ed etichettatura.

Eccedenze alimentari per donazioni

La nota sottolinea anche il fatto che le eccedenze alimentari possono “essere oggetto di donazione ai fini di solidarietà sociale e per la limitazione degli sprechi alimentari”, ai sensi dell’articolo 2, punto 1, lettera c della Legge 19/08/2016, n. 166.

Ristorazione collettiva: stop ai tappi “antirabbocco”

Ristorazione collettiva: stop ai tappi “antirabbocco”

  Il 16 dicembre 2019 è stata formalizzata la sottoscrizione del Protocollo d’intesa al fine di tutelare i consumatori verso i rischi che possono sorgere in caso di manomissione dei tappi con biglia in funzione anti-rabbocco, presenti in alcune bottiglie di oli vergini. Nel 2013 (art. 7, comma 2, Legge n.9/2013) fu disposto che nella… leggi tutto

La corretta gestione dei sottoprodotti di origine animale

La corretta gestione dei sottoprodotti di origine animale

Il Reg. CE n.1069/2009 disciplina la raccolta ed il trasporto dei SOTTOPRODOTTI DI ORIGINE ANIMALE NON DESTINATI AL CONSUMO, che NON POSSONO ESSERE SMALTITI , COME IL RIFIUTO UMIDO ORGANICO DI ORIGINE DOMESTICA ,TRAMITE LA RACCOLTA DIFFERENZIATA. PER SOTTOPRODOTTO  DI ORIGINE ANIMALE SI INTENDE  OGNI MATERIALE DI SCARTO CHE DERIVA DALLE OPERAZIONI DI SEZIONAMENTO, DISOSSO,… leggi tutto

REVOCA DEL DIVIETO DI RACCOLTA COZZE

REVOCA DEL DIVIETO DI RACCOLTA COZZE

Riscontrata l’assenza dell’alga Ostreopsis Ovata nei tratti di mare Passetto – ascensore e Portonovo-  l’Asur Marche Area vasta 2 ha disposto la revoca del divieto di raccolta delle cozze provenienti dai banchi naturali di mitili nelle zone Ancona nord e Ancona sud. La presenza di tale alga era stata accertata nei giorni scorsi nei tratti… leggi tutto

Ancona: alga tossica, divieto di balneazione e raccolta cozze

Ancona: alga tossica, divieto di balneazione e raccolta cozze

DIVIETO DI BALNEAZIONE E STAZIONAMENTO PER PRESENZA DI ALGA OSTREOPSIS OVATA L’Arpam ha rilevato la presenza dell’alga Ostreopsis Ovata nel punto di campionamento “Passetto ascensore”. Il valore rilevato è collocabile nella fase di “emergenza”. Tale alga appartiene ai generi potenzialmente tossici che  per inalazione potrebbe produrre in alcuni casi irritazione delle prime vie respiratorie, vertigini,… leggi tutto

Prodotti ittici surgelati: indicazione della quantità netta

Prodotti ittici surgelati: indicazione della quantità netta

L’ICQRF, autorità competente all’irrogazione delle sanzioni previste dal D.Lgs. n. 231/2017 per la violazione delle disposizioni del Reg. (UE) n. 1169/2011, ritiene opportuno chiarire alcuni aspetti riguardanti l’indicazione della quantità netta dell’alimento nell’etichetta dei prodotti ittici congelati/surgelati. L’Ispettorato conferma che non è possibile vendere alle collettività, né ai consumatori finali, prodotti che riportino oltre all’indicazione… leggi tutto

Iscrizioni aperte al corso di aggiornamento SAB

Iscrizioni aperte al corso di aggiornamento SAB

La normativa regionale che disciplina l’attività dei pubblici esercizi (bar, ristoranti, pizzerie, etc) nella Regione Marche (Legge Regionale 27/2009 e DGR 1198/2012) prevede che i titolari degli stessi (e/o coloro che fungono da preposti ovvero che posseggono i requisiti professionali per la S.A.B.) debbano frequentare ogni 5 anni un corso di aggiornamento professionale della durata… leggi tutto

Si può morire mangiando pollo crudo?

Si può morire mangiando pollo crudo?

La cottura in campo alimentare si rivela un processo oltre che ben noto quasi sempre indispensabile per rendere commestibili alcuni alimenti (ed assolutamente non scontato!). Per comprendere quanto detto raccontiamo la trista storia di una sfortunata donna inglese che lo scorso anno è deceduta all’isola di Corfù. Questi i fatti: durante la vacanza tutta la famiglia… leggi tutto

AMBIENTE E SICUREZZA
CONSULTEAM
INTERNAZIONALIZZAZIONE
SISTEMI GESTIONE QUALITA’ ISO
IGIENE ALIMENTARE HACCP

Scopri il sistema CNA

Chi Siamo

CNA Tecno Quality Srl

Sede Legale
Via Umani 1/A - 60131 Ancona

Sede amm.va
V.le Don Minzoni 5/C - 60035 Jesi (AN)

AMMINISTRAZIONE
SEGRETERIA

tecnoquality@an.cna.it | tecnoquality.an@cert.cna.it

tel. 0731/712180 - fax 0731/710782


C.F.- P.IVA e R.I.AN 01577860420
R.E.A. Ancona n. 152804 - Cap.Soc. 26.000,00 i.v.

Powered by

Sixtema Spa