Archivi per la Categoria: News / Igiene alimenti

Prodotti agroalimentari a km zero e a filiera corta

Prodotti agroalimentari a km zero e a filiera corta

L‘ Assemblea della Camera, l’11 maggio 2022, ha approvato definitivamente la proposta di legge recante norme per la valorizzazione e la promozione dei prodotti agricoli e alimentari a chilometro zero e di quelli provenienti da filiera corta. E’ stata quindi pubblicata in Gazzetta Ufficiale la Legge 17 maggio 2022, n. 61. Approfondiamo il provvedimento.

La legge, che si compone di 8 articoli, prevede che le regioni e gli enti locali potranno adottare ulteriori iniziative di loro competenza per la valorizzazione di detti prodotti e per la promozione dell’incontro diretto tra produttori e i soggetti gestori, pubblici e privati, della ristorazione collettiva.

Le finalità del Decreto sono diverse e volte a valorizzare e promuovere i prodotti agricoli e alimentari a chilometro zero e di quelli provenienti da filiera corta; a favorire il consumo dei predetti prodotti e a garantire un’adeguata informazione al consumatore sulla loro origine e specificità.

A tali fini rivestono primaria importanza le seguenti definizioni:

prodotti agricoli e alimentari a chilometro zero: sono quei prodotti che provengono da luoghi di produzione e di trasformazione della materia prima agricola posti a una distanza non superiore a 70 chilometri dal luogo di vendita, o comunque provenienti dalla stessa provincia del luogo di vendita, dal luogo di consumo in caso di servizi di ristorazione.

prodotti agricoli e alimentari nazionali provenienti da filiera corta: sono i prodotti la cui commercializzazione è caratterizzata dall’assenza di intermediari commerciali o dalla presenza di un solo intermediario tra produttore e consumatore finale.

La Legge stabilisce che i comuni debbano riservare almeno il 30 per cento del totale dell’area destinata al mercato agli imprenditori agricoli esercenti la vendita diretta dei prodotti agricoli e alimentari a chilometro zero o a filiera corta; inoltre la norma prevede che, in caso di apertura di mercati agricoli di vendita diretta, i comuni possano riservare agli imprenditori agricoli che vendono prodotti a chilometro zero o a filiera corta, appositi spazi all’interno delle aree del mercato; riserva ancora la possibilità agli stessi imprenditori agricoli di realizzare tipologie di mercati riservati alla vendita diretta dei prodotti agricoli oggetto del provvedimento.

Viene prevista l’istituzione dei loghi “chilometro zero” e “filiera corta”, ma questi loghi non potranno essere apposti sui prodotti, sulle confezioni o su qualsiasi imballaggio ma potranno essere esposti nei luoghi di vendita diretta, nei mercati, negli esercizi commerciali o di ristorazione o di somministrazione e all’interno dei locali, in spazi espositivi appositamente dedicati. Possono anche essere pubblicati in piattaforme informatiche di acquisto o distribuzione di questi prodotti.

Si resta in attesa dell’emanazione delle specifiche condizioni e modalità di attribuzione di tali loghi che saranno definite con apposito Decreto dai Ministeri competenti.

Sanzioni: chiunque utilizzi le definizioni previste all’articolo 2 del Decreto o i loghi di cui all’articolo 5 in maniera non conforme alla presente legge è punito con una sanzione amministrativa pecuniaria da 1.600 euro a 9.500 euro.

 

Info line

Virus SARS-COV-2 e alimenti: aggiornamento luglio 2021

Virus SARS-COV-2 e alimenti: aggiornamento luglio 2021

Il Ministero della Salute aggiorna e conferma i pareri precedentemente espressi circa la possibile contaminazione (e conseguente trasmissione per via alimentare) degli alimenti con il virus SARS-Cov2. Sulla base degli studi attualmente presenti a livello internazionale, in attesa di possibili modifiche e/o precisazioni successive, si può concludere che non sono presenti evidenze scientifiche che permettano… leggi tutto

Rintracciabilità: nuove linee guida per l’attivazione del sistema di allerta

Rintracciabilità: nuove linee guida per l’attivazione del sistema di allerta

Nel corso degli anni il sistema di allerta rapido europeo (RASFF) ha subito diversi interventi normativi per il suo corretto funzionamento anche di fronte ai casi di rischio meno grave, ma che richiedono comunque scambi informativi (segnalazioni/notifiche) fra gli Stati Membri. Le Linee guida adottate con l‘Intesa del 5 maggio 2021 concorrono a rendere più chiare e… leggi tutto

Tonno contaminato, assolti i titolari del supermercato

Tonno contaminato, assolti i titolari del supermercato

L’istamina, sostanza presente in tutti i tipi di pescato, non è nociva di per sé, lo diventa, invece, provocando la sindrome sgombroide, se aumenta: e questo avviene quando viene interrotta la catena del freddo, alterando così il pesce. Efficaci procedure HACCP sono determinanti per la gestione del problema e per la prevenzione. leggi tutto

Modifiche al Regolamento europeo sull’igiene dei prodotti alimentari

Modifiche al Regolamento europeo sull’igiene dei prodotti alimentari

 Lo scorso 4 marzo 2021 è stato pubblicato sulla Gazzetta europea il Regolamento (UE) 2021/382 della Commissione del 3 marzo 2021 che modifica gli allegati del regolamento (CE) n. 852/2004 del Parlamento europeo e del Consiglio sull’igiene dei prodotti alimentari per quanto riguarda la gestione degli allergeni alimentari, la ridistribuzione degli alimenti e la cultura… leggi tutto

Abrogazione dei reati alimentari: arriva lo stop del Governo

Abrogazione dei reati alimentari: arriva lo stop del Governo

Il Consiglio dei Ministri ha approvato un decreto legge che introduce misure urgenti sulla disciplina sanzionatoria in materia di sicurezza alimentare. Le norme contenute nel provvedimento sono volte ad evitare l’effetto abrogativo di tutte le disposizioni sanzionatorie di carattere penale e amministrativo di cui alla legge n. 283/1962,  nonché di alcuni articoli del decreto del… leggi tutto

Ordinanze Comuni di Osimo, Ancona e Jesi per somministrazione alcolici e altre disposizione di ordine pubblico

Ordinanze Comuni di Osimo, Ancona e Jesi per somministrazione alcolici e altre disposizione di ordine pubblico

Si segnala che alcuni comuni della Provincia di Ancona hanno diramato specifiche ordinanze per la pubblica sicurezza che prevedono limitazioni alla vendita / somministrazione di alcolici e per la gestione di spazi pubblici. Comune di Osimo in occasione di manifestazioni relative ad eventi musicali, gastronomici, sagre, fieristici, patronali e culturali, nelle quali è prevista elevata… leggi tutto

Chiarimenti Ministero della Salute su shelf life e rideterminazione delle scadenze alimenti sul mercato all’ingrosso

Chiarimenti Ministero della Salute su shelf life e rideterminazione delle scadenze alimenti sul mercato all’ingrosso

Il Ministero della Salute ha fornito indicazioni su richieste delle Associazioni di Categoria sulla “Rideterminazione shelf life dei prodotti alimentari e congelamento carni fresche”. (Nota n. 13412 del 14/04/2020 che precisa la Nota n. 12957 del 09/04/2020) I chiarimenti riguardano la possibilità di rideterminare la durabilità dei prodotti alimentari compresi i prodotti congelati e surgelati… leggi tutto

Ristorazione collettiva: stop ai tappi “antirabbocco”

Ristorazione collettiva: stop ai tappi “antirabbocco”

  Il 16 dicembre 2019 è stata formalizzata la sottoscrizione del Protocollo d’intesa al fine di tutelare i consumatori verso i rischi che possono sorgere in caso di manomissione dei tappi con biglia in funzione anti-rabbocco, presenti in alcune bottiglie di oli vergini. Nel 2013 (art. 7, comma 2, Legge n.9/2013) fu disposto che nella… leggi tutto

AMBIENTE E SICUREZZA
CONSULTEAM
INTERNAZIONALIZZAZIONE
SISTEMI GESTIONE QUALITA’ ISO
IGIENE ALIMENTARE HACCP

Scopri il sistema CNA

Chi Siamo

CNA Tecno Quality Srl

Sede Legale e amministrativa V.le Don Minzoni 5/C - 60035 Jesi (AN)

AMMINISTRAZIONE
SEGRETERIA

tecnoquality@an.cna.it | tecnoquality.an@cert.cna.it

tel. 0731/712180 - fax 0731/710782


C.F.- P.IVA e R.I.AN 01577860420
R.E.A. Ancona n. 152804 - Cap.Soc. 26.000,00 i.v.

Powered by

Sixtema Spa

X