Moca: gli adempimenti necessari da effettuare entro il 31 luglio

Moca: gli adempimenti necessari da effettuare entro il 31 luglio

In riferimento all’entrata in vigore del Dlgs. 29/2017 – Disciplina sanzionatoria in materia di materiali e oggetti destinati a venire a contatto con prodotti alimentari e alimenti, il Ministero della Salute e la Regione Marche ricordano in merito all’applicazione dello stesso che le imprese rientranti nella casistica prevista devono inviare apposita comunicazione entro il prossimo 31 Luglio 2017 presso lo Suap del Comune di competenza.

Il provvedimento stabilisce le sanzioni in caso di inadempienza per quanto riguarda tutto ciò che attiene ai Moca, e cioè a quei materiali che entrano in contatto con gli alimenti, per i quali sono previste norme precise sull’autocontrollo e la rintracciabilità. Il Reg. Ce 1935/2004 fornisce le regole generali per la produzione e l’utilizzo dei MOCA, ed ovviamente riporta anche le definizioni principali:

MOCA – materiali ed oggetti destinati a venire a contatto con gli alimenti (utensili da cucina e da tavola, recipienti e contenitori, macchinari per la trasformazione degli alimenti, materiali da imballaggio, ecc…), compresi i materiali che entrano in contatto con l’acqua, ad esclusione degli impianti fissi pubblici o privati di approvvigionamento idrico.

Il Dlg. 29/2017 riguarda pertanto

  • Produzione in proprio e per conto terzi di: materiali MOCA; per le materie plastiche l’obbligo di comunicazione riguarda la produzione e la trasformazione dei polimeri, mentre è esclusa dalla comunicazione la produzione delle sostanze utilizzate per la formazione dei polimeri (additivi, catalizzatori, monomeri, ecc.)
  • Trasformazione delle materie prime: comprende la produzione di MOCA a partire da materie prime adatte al contatto con alimenti
  • Assemblaggio: comprende la produzione di oggetti a contatto con alimenti partendo da materie prime adatte al contatto con alimenti (es. produzione macchinari, attrezzature, elettrodomestici, ecc.)
  • Deposito: comprende l’esclusiva attività di stoccaggio rivolta al pubblico a supporto di imprese che producono, trasformano o assemblano materie prime o MOCA
  • Distribuzione all’ingrosso: comprende gli operatori economici che svolgono attività di commercio/distribuzione all’ingrosso/importazione di materie prime o MOCA anche attraverso tipologie di commercio come e-commerce.

Le imprese che rientrano nelle suddette tipologie devono inviare apposita comunicazione allo Suap del Comune di riferimento, indicando i materiali e la tipologia di attività ; tale comunicazione va inviata entro il prossimo 31 Luglio.

Ciò che resta oggetto della discussione è la parte di imprese che rientrano nella casistica dell’ASSEMBLAGGIO. Rientrerebbero in tale categoria molte imprese che producono e/o commercializzano pezzi di ricambio, pezzi che confluiscono in macchinari destinati al settore alimentare.

Utilizziamo il condizionale poiché stiamo verificando anche attraverso la nostra struttura nazionale la corretta interpretazione di questo passaggio del provvedimento.

Ricordiamo inoltre che nel Dlgs. 29/2017 si citano le attività rientranti nel Reg. Ce 2023/2006, attività per le quali sono previste l’adozione di un sistema di qualità e delle GMP – Good Manufacturing Practices, due ulteriori adempimenti che potrebbero rivelarsi ulteriormente onerosi per le nostre imprese.

Ulteriori aggiornamenti sul tema saranno diffusi appena disponibili su questo sito.

Fonte CNA Alimentare

AMBIENTE E SICUREZZA
CONSULTEAM
INTERNAZIONALIZZAZIONE
SISTEMI GESTIONE QUALITA’ ISO
IGIENE ALIMENTARE HACCP

Scopri il sistema CNA

Chi Siamo

CNA Tecno Quality Srl

Sede Legale e amministrativa V.le Don Minzoni 5/C - 60035 Jesi (AN)

AMMINISTRAZIONE
SEGRETERIA

tecnoquality@an.cna.it | tecnoquality.an@cert.cna.it

tel. 0731/712180 - fax 0731/710782


C.F.- P.IVA e R.I.AN 01577860420
R.E.A. Ancona n. 152804 - Cap.Soc. 26.000,00 i.v.

Powered by

Sixtema Spa

Moca: gli adempimenti necessari da effettuare entro il 31 luglio

tempo di lettura: 2 min
X